STATI UNITI D'AMERICA -

Il momento è giunto: Donald Trump assume la carica di 45esimo presidente degli Stati Uniti d’America. “Renderemo l’America grande per tutti”. Sarà davvero così? Il commento del direttore editoriale Alfredo Mantici

evidenza_focus23

Vai alla scheda paese Commenta l'articolo (0)

Donald Trump è arrivato a Washington D.C., dove ieri sera ha presenziato al concerto inaugurale Make America Great Again! Welcome Celebration, ai piedi del Lincoln Memorial, in attesa di giurare sulla Bibbia e sulla Costituzione americana ed entrare così nella gloriosa storia dei presidenti della nazione più potente al mondo.
“Non c’è mai stato un movimento come questo. Ed è qualcosa di molto, molto speciale” sono state le sue prime parole. “Esperti e sondaggisti si sono sbagliati su di me” ha poi sottolineato. Ed è sin troppo vero. Mai come in queste elezioni presidenziali il popolo americano ha guardato al proprio futuro politico con timore e preoccupazione. Oggi quell’incertezza rimane, ma il presidente giura che “cambieremo tutto”. Già, ma cosa di preciso? L’era Trump inizia con questo grande interrogativo. Il commento del direttore editoriale Alfredo Mantici.