FRANCIA -

Sono centinaia le azioni terroristiche rivendicate o attribuite a ISIS negli ultimi undici mesi. L’elenco pubblicato dal New York Times

People observe a minute of silence at the Trocadero in front the Eiffel Tower to pay tribute to the victims of the series of deadly attacks on Friday in Paris

Vai alla scheda paese Commenta l'articolo (0)

di Rocco Bellantone

@RoccoBellantone

Gli attacchi a Parigi dello scorso 13 novembre sono solo l’ultimo di una serie sempre più estesa di azioni terroristiche compiute dallo Stato Islamico, o rivendicate da gruppi a esso affiliati, dall’inizio del 2015. Il New York Times ha messo in ordine gli eventi, dall’attacco alla sede del giornale satirico Charlie Hebdo all’attentato di Beirut, in Libano, che ha preceduto di un solo giorno la strage di Parigi. L’elenco non tiene conto delle azioni di ISIS in Siria e Iraq, dove l’avanzata dell’esercito del Califfato è iniziata nel giugno del 2014.

 

Novembre 2015

- Libano, 12 novembre 2015

ISIS ha rivendicato un doppio attentato suicida in un quartiere centrale di Beirut: almeno 43 morti;

- Egitto, 4 novembre 2015

Il gruppo affiliato di ISIS nel Sinai, “Provincia del Sinai”, ha rivendicato la responsabilità di un attentato suicida che ha provocato l’uccisione di almeno quattro agenti della polizia;

- Bangladesh, 4 novembre 2015
In un accoltellamento e in una sparatoria ucciso un poliziotto;

 

Residents and Lebanese army members inspect a damaged area caused by two explosions in Beirut's southern suburbs, Lebanon(L’attentato a Beirut, 12 novembre 2015)

 

Ottobre 2015

- Egitto, 31 ottobre 2015
Il gruppo affiliato di ISIS nel Sinai, “Provincia del Sinai”, ha rivendicato l’abbattimento di un aereo russo decollato dall’aeroporto di Sharm El Sheik. Morti tutti i 224 passeggeri a bordo;

- Bangladesh, 24 ottobre 2015
Durante una festa musulmana sciita esplosioni hanno causato l’uccisione di una persona e il ferimento di altre decine;

- Turchia, 10 ottobre 2015
Ad Ankara due esplosioni hanno causato l’uccisione di più di 100 persone che si erano riunite per una manifestazione pacifista. Le autorità turche hanno accusato ISIS;

- Yemen, 6 ottobre 2015
Uccise almeno 25 persone in una serie di attentati in due delle più grandi città del Paese;

- Bangladesh, 3 Ottobre 2015
ISIS ha rivendicato l’uccisione di un cittadino giapponese;

 

An Egyptian military helicopter flies over debris from a Russian airliner which crashed at the Hassana area in Arish city(L’aereo esploso nei cieli del Sinai, 31 ottobre 2015)

 

Settembre 2015

- Bangladesh, 28 settembre 2015

ISIS ha rivendicato l’uccisione di un operatore umanitario italiano;

- Yemen, 24 settembre 2015

Almeno 25 persone sono morte a causa dell’esplosione di due bombe all’esterno di una moschea durante la commemorazione di Eid al-Adha, importante ricorrenza per il mondo musulmano;

- Libia, 18 settembre 2015
Miliziani dello Stato Islamico hanno attaccato una prigione situata all’interno di una base aerea a Tripoli;

- Yemen, 2 settembre 2015
ISIS ha rivendicato la responsabilità per l’esplosione di due bombe all’interno di una moschea: almeno 20 morti;

 

 

Agosto 2015

- Egitto, 26 agosto 2015
Tre uomini armati affiliati al gruppo “Provincia del Sinai” hanno ucciso due agenti di polizia;

- Egitto, 20 agosto 2015
Il gruppo “Provincia del Sinai”, affiliato allo Stato Islamico, ha rivendicato l’attacco a una base dei servizi di sicurezza egiziani;

- Egitto, 12 agosto 2015
Decapitato un operaio croato;

- USA, 10 agosto 2015
Nel New Jersey un uomo è stato arrestato con l’accusa di aver cercato di organizzare un attentato con il supporto di ISIS;

- USA, 8 agosto 2015
Nel Mississippi una coppia di sposi è stata arrestata con l’accusa di aver tentato di recarsi in Medio Oriente per combattere al servizio dello Stato Islamico;

- Arabia Saudita, 7 agosto 2015
ISIS ha rivendicato un attentato suicida in una moschea che ha causato l’uccisione di almeno 15 persone, tra cui 12 membri delle forze di polizia;

 

Luglio 2015

- USA, 29 luglio 2015
A New York un uomo originario di Buffalo è stato arrestato con l’accusa di aver tentato di unirsi allo Stato Islamico;

- USA, 28 luglio 2015
In Florida un uomo è stato arrestato con l’accusa di aver pianificato un attacco con esplosioni in una spiaggia pubblica a Key West;

- Italia, 22 luglio 2015
La polizia italiana ha arrestato due uomini accusati di aver pianificato attacchi nel Paese e di aver inneggiato allo Stato Islamico sul web;

- Regno Unito, 21 luglio 2015
Un uomo è stato arrestato con l’accusa di aver programmato di trasferirsi in Siria per unirsi allo Stato Islamico. È stato inoltre accusato di aver organizzato un attentato per uccidere un militare americano in servizio nel Regno Unito;

- Turchia, 20 luglio 2015
Un cittadino turco, sospettato di avere legami con lo Stato Islamico, si è fatto esplodere a Suruc uccidendo 33 persone;

- Arabia Saudita, 19 luglio 2015
Arrestate più di 400 persone sospettate di essere collegate allo Stato Islamico;

- Egitto, 16 luglio 2015
La “Provincia del Sinai” ha rivendicato il lancio di missili contro una nave egiziana al largo delle coste del Sinai;

- Kosovo, 12 luglio 2015
Cinque persone sono state poste in stato di fermo con l’accusa di aver organizzato un piano per contaminare la rete idrica di Pristina;

- Egitto, 11 luglio 2015

Attacco all’esterno del consolato italiano situato al centro del Cairo, un morto;

- Turchia, 10 luglio 2015
In un raid effettuato a Istanbul e nell’area di Sanliurfa la polizia turca ha sequestrato fucili automatici, munizioni e uniformi militari e arrestato 21 persone sospettate di essere affiliate allo Stato Islamico;

- USA, 4 luglio 2015
A Boston il figlio di un capitano della polizia locale è stato arrestato con l’accusa di aver pianificato una serie di attacchi nella città con il supporto di ISIS;

- Egitto, 1 luglio 2015
Miliziani affiliati allo Stato Islamico hanno ucciso decine di soldati in attacchi simultanei contro posti di blocco e basi dell’esercito nel nord penisola del Sinai;

 

A couple, affected by tear gas used by riot police to disperse demonstrators, reacts in central Istanbul, Turkey,(Turchia, l’attentato di Suruc: 20 luglio 2015)

 

Giugno 2015

- Tunisia, 26 giugno 2015
Un uomo armato ha attaccato un villaggio nella spiaggia di Susa sul Mediterraneo: uccise 38 persone, la maggior parte delle quali turisti britannici. L’uomo è stato poi ucciso dalle forze di sicurezza tunisine;

- Kuwait, 26 giugno 2015
Un attentatore si è fatto esplodere in ​​una delle più grandi moschee sciite di Kuwait City;

- Yemen, 17 giugno 2015
Una cellula affiliata allo Stato Islamico ha rivendicato una serie di esplosioni con autobomba a Sana: almeno 30 morti;

- USA, 13 giugno 2015
A New York uno studente di un college del Queens è stato accusato di aver cospirato con ISIS per organizzare una serie di attacchi in vari punti della città;

- USA, 11 giugno 2015
A Boston due uomini sono stati accusati di essere legati allo Stato Islamico;

- Egitto, 9 giugno 2015
La Provincia del Sinai ha rivendicato il lancio di razzi contro una base aerea utilizzata da una forza internazionale di pace;

- Turchia, 5 giugno 2015
Un’esplosione in una manifestazione nella città a maggioranza curda di Diyarbakir ha provocato l’uccisione di due persone e il ferimento di oltre 100. Le autorità turche hanno accusato lo Stato Islamico;

- Afghanistan, 3 giugno 2015
Una cellula legata allo Stato Islamico è stata accusata di aver decapitato 10 talebani;

 

A tourist places flowers at the beachside of the Imperiale Marhabada hotel, which was attacked by a gunman in Sousse(Tunisia, strage nella spiaggia di Sousse, 26 giugno 2015)

 

Maggio 2015

- Libia, 31 maggio 2015
Un attentatore suicida affiliato a ISIS ha ucciso almeno quattro combattenti libici in un checkpoint;

- Arabia Saudita, 29 maggio 2015
Un attentatore suicida, vestito con abbigliamento femminile, si è fatto esplodere vicino all’ingresso di moschea sciita, uccidendo tre persone;

- Yemen, 22 maggio 2015
ISIS ha rivendicato un attentato contro una moschea sciita in cui sono rimaste ferite 13 persone;

- Arabia Saudita, 22 maggio 2015
Primo attentato rivendicato da ISIS in Arabia Saudita. Un attentatore suicida si è fatto esplodere in una moschea sciita durante la preghiera di mezzogiorno: 21 morti e 120 feriti;

- USA, 3 maggio 2015
Nel Texas due uomini affiliati allo Stato Islamico hanno aperto il fuoco in un sobborgo di Dallas in occasione di un concorso di vignette sul profeta Maometto;

 

Aprile 2015

- Yemen, 30 aprile 2015
Un gruppo affiliato allo Stato Islamico ha pubblicato sul web un video che mostra l’uccisione di 15 soldati yemeniti;

- Arabia Saudita, 28 aprile 2015

Le autorità saudite hanno annunciato di aver arrestato 65 persone accusate di aver formato una cellula legata allo Stato Islamico;

- Malesia, 26 aprile 2015

Le autorità malesi hanno arrestato 12 uomini accusati di aver organizzato attacchi a Kuala Lumpur;

- Libia, 19 aprile 2015
ISIS ha pubblicato un video che mostra la decapitazione e l’uccisione con colpi d’arma da fuoco di decine di cristiani etiopi;

- USA, 19 aprile 2015
A Minneapolis sei giovani della comunità somalo-americana sono stati arrestati perché sospettati di volersi unire allo Stato Islamico;

- Australia, 18 Aprile 2015
La polizia australiana ha arrestato cinque uomini sospettati di pianificare attacchi terroristici per conto dello Stato Islamico;

- Marocco, 13 aprile 2015
Le autorità marocchine hanno arrestato cinque membri di una cellula dello Stato Islamico con l’accusa di aver pianificato un attentato nei Paesi Bassi;

- Libia, 12 aprile 2015
A Tripoli affiliati dello Stato Islamico hanno fatto esplodere una bomba all’esterno dell’ambasciata del Marocco;

- Egitto, 12 aprile 2015
Miliziani della “Provincia del Sinai” hanno ucciso almeno 12 persone in tre diversi attacchi contro le forze di sicurezza egiziane;

- Libia, 12 aprile 2015
A Tripoli affiliati di ISIS hanno rivendicato la responsabilità per l’attacco all’ambasciata sudcoreana in cui sono stati uccisi due agenti della polizia locale;

- Arabia Saudita, 8 aprile 2015
Uomini armati hanno aperto il fuoco contro una pattuglia della polizia, uccidendo due agenti;
- Malesia, 5 aprile 2015
Le autorità malesi hanno arrestato 17 presunti sostenitori di ISIS sospettati di pianificare attacchi a Kuala Lumpur;
- Libia, 5 aprile 2015
ISIS ha ucciso almeno quattro persone in un attacco contro un posto di blocco delle forze di sicurezza;

- Afghanistan, 4 aprile 2015
Il vice presidente afgano ha accusato lo Stato Islamico di aver sequestrato 31 civili nel mese di febbraio;

- Egitto, 2 aprile 2015
Miliziani del gruppo affiliato a ISIS “Provincia del Sinai” hanno ucciso 13 in attacchi simultanei con autobomba contro posti di blocco delle forze di sicurezza;

 

Marzo 2015

- USA, 26 marzo 2015
Le autorità federali dell’Illinois hanno arrestato un uomo che stava cercando di recarsi in Libia per combattere al servizio dello Stato Islamico. L’uomo stava inoltre pianificando insieme a un suo cugino un attacco contro una base militare americana;

- Marocco, 22 marzo 2015
Le autorità marocchine hanno arrestato in nove città 13 persone accusate di essere affiliate allo Stato Islamico;

- Yemen, 20 marzo 2015
Un gruppo affiliato allo Stato Islamico ha rivendicato una serie di attacchi suicidi coordinati contro moschee sciite che hanno ucciso più di 130 persone durante il venerdì di preghiera;

- Tunisia, 20 marzo 2015
Le autorità tunisine hanno intercettato una cellula di ISIS che stava pianificando attacchi con autobomba in diverse città del Paese;

- Tunisia, 18 marzo 2015
ISIS ha rivendicato un attacco al Museo del Bardo in cui hanno perso la vita 22 persone, quasi tutti turisti europei;

- Arabia Saudita, 13 marzo 2015
Le autorità saudite hanno arrestato due persone che stavano pianificando un attacco contro l’ambasciata americana a Riyadh;

 

tunisia def(Tunisia, attentato al Museo del Bardo, 18 marzo 2015)

 

Febbraio 2015

- USA, 25 febbraio 2015
A New York due uomini residenti a Brooklyn sono stati accusati di volersi unire allo Stato Islamico. Un terzo è stato accusato di voler finanziare le attività di ISIS;

- Libia, 20 febbraio 2015
A Derna affiliati di ISIS hanno rivendicato tre attacchi con autobomba in cui sono morte almeno 40 persone;

- Libia, 15 febbraio 2015
ISIS ha pubblicato un video in cui viene mostrata la decapitazione di un gruppo di cristiani egiziani che erano stati rapiti nel mese di gennaio;

- Danimarca, 15 febbraio 2015
A Copenaghen un uomo armato di origine danese ha ucciso due sconosciuti e ferito cinque agenti della polizia di fronte a una libreria dove era in corso un dibattito sulla raffigurazione del profeta Maometto;

- Francia, 3 febbraio 2015

Arrestate otto persone nella periferia nord di Parigi e a Lione sospettate di far parte di una rete per il reclutamento di persone da inviare a combattere in Siria al servizio di ISIS;

- Libia, 3 febbraio 2015
Miliziani di ISIS hanno ucciso 12 persone, tra cui quattro stranieri, in un attacco a un giacimento petrolifero;

 

Still image from video shows men purported to be Egyptian Christians held captive by the Islamic State being marched by armed men along a beach said to be near Tripoli(Libia, febbraio 2015: egiziani cristiani giustiziati da ISIS)

 

Gennaio 2015

- Egitto, 29 gennaio 2015
La “Provincia del Sinai” ha rivendicato la responsabilità per una serie di attentati coordinati che hanno ucciso 24 soldati, 6 agenti della polizia e 14 civili;
- Libia, 27 gennaio 2015
A Tripoli affiliati di ISIS hanno attaccato un un hotel di lusso, frequentato da politici e diplomatici, uccidendo almeno otto persone;

- Spagna, 24 gennaio 2015
La polizia spagnola ha arrestato quattro uomini a Ceuta, exclave spagnola in territorio marocchino, sospettati di appartenere a una cellula di ISIS. Il gruppo stava pianificando un attentato in Spagna;

- Libano, 23 gennaio 2015
ISIS ha attaccato un avamposto delle forze armate libanesi;

- Francia, 20 gennaio 2015

La polizia ha fatto irruzione nella città meridionale di Lunel e ha arrestato cinque persone sospettate di far parte di un gruppo che stava reclutando persone da inviare a combattere in Siria al servizio dello Stato Islamico;

- Bangladesh, 19 gennaio 2015
Le autorità del Bangladesh hanno arrestato quattro persone accusate di voler compiere attacchi contro il governo per conto dello Stato Islamico;

- Israele, 18 gennaio 2015
Otto cittadini arabi residenti in Israele sono stati accusati di volersi unire a ISIS;

- Germania, 16 gennaio 2015
A Berlino agenti della polizia tedesca hanno arrestato cinque turchi – tre dei quali rilasciati in seguito – con l’accusa di aver reclutato turchi e ceceni da inviare in Siria;

- Belgio, 15 gennaio 2015
La polizia belga ha condotto una serie di blitz in tutto il paese per prevenire attacchi imminenti. In un raid a Verviers uccisi due uomini sospettati di far parte di una cellula di ISIS;

- USA, 14 gennaio 2015
Nell’Ohio un uomo è stato accusato di aver partecipato alla pianificazione di un attacco contro la Casa Bianca;

- Marocco, 13 gennaio 2015
Le autorità marocchine hanno arrestato decine di persone accusate di far parte di cellule attive per il reclutamento di nuove leve di combattenti per ISIS;

- Francia, 11 gennaio 2015
Attacco alla sede del giornale satirico Charlie Hebdo, 17 morti.