STATI UNITI D'AMERICA -

Aggiornamenti e risultati in tempo reale sulla nottata elettorale negli Stati Uniti. Chi vincerà tra Hillary Clinton e Donald Trump?

Trump_Clinton

Vai alla scheda paese Commenta l'articolo (0)

Giovedì 10 novembre

Ore 09:00 – Dati Reali: Trump 290 grandi elettori (47,5%, 59.698.506 voti); Clinton 232 (47,7%, 59.926.386 voti). Repubblicani in vantaggio sia al Senato (51 a 48) che alla Camera dei Rappresentanti (238 a 1913).

 

————————-

 

Venerdì 9 novembre

 

Ore 21:40 – Dati Reali: Trump 290 grandi elettori (47,5%, 59.511.455 voti); Clinton 228 grandi elettori (47,7%, 59.729.818).

Ore 11:30 – Dati Reali: - Trump, 289 grandi elettori: Alabama (9) Alaska (3) Arizona (11) Arkansas (6) Florida (29) Georgia (16) Idaho (4) Indiana (11) Iowa (6) Kansas (6) Kentucky (8) Louisiana (8) Maine (1) Mississippi (6) Missouri (10) Montana (3) Nebraska (4) North Carolina (15) North Dakota (3) Ohio (18) Oklahoma (7) Pennsylvania (20) South Carolina (9) South Dakota (3) Tennessee (11) Texas (38) Utah (6) West Virginia (5) Wisconsin (10) Wyoming (3).

- Clinton, 218 grandi elettori: California (55) Colorado (9) Connecticut (7) Delaware (3) Hawaii (4) Illinois (20) Maine (3 su 4) Maryland (10) Massachusetts (11) New Jersey (14) New Mexico (5) Nevada (6) New York (29) Oregon (7) Rhode Island (4) Vermont (3) Virginia (13) Washington state (12) Washington, DC (3).

Ore 09:45 - Dati Reali: CNN assegna 289 grandi elettori a Donald Trump (47.8%) e 218 a Hillary Clinton (47,4%). Ancora in corso la verifica dei voti in Minnesota, Michigan e New Hempshire. Repubblicani in vantaggio sia al Senato (51 a 47) che alla Camera dei Rappresentanti (235 a 191).

Ore 8:49 - Trump parla per la prima volta da nuovo presidente degli Stati Uniti: “Mi impegno a essere Presidente di tutti gli americani. Le persone dimenticate nel nostro paese, non saranno più dimenticate”.

Ore 8:40 - Hillary Clinton telefona a Donald Trump per riconoscere il risultato elettorale.

Ore 08:08 – Dati Reali: Si attende l’ufficialità, Trump presidente. Clinton rifiuta di parlare, il portavoce John Podesta ai democratici “contiamo i voti, andate a casa”.

Ore 07:42 – Dati Reali: Trump prende Pennsylvania e Michigan e ottiene i 270 elettori. Clinton ferma a 218. Manca solo l’ufficializzazione, percentuali oltre il 90%. Donald Trump è virtualmente presidente.

Ore 07:38 – Dati Reali: Trump sempre più vicino alla Casa Bianca. Con la conquista della Pennsylvania si avvia verso i 270 grandi elettori necessari per diventare presidente. Il tycoon è a quota 255, mentre Clinton è ferma a 215.

Ore 06:38 - Dati Reali: Trump sempre più vicino alla Casa Bianca. Dopo aver vinto in Florida, Wisconsin si avvicina anche a Iowa e Michigan, e continua a marciare verso i 270 grandi elettori necessari per diventare presidente. Il tycoon è a quota 255, mentre Clinton è ferma a 209.

Ore 05:47 - Dati Reali: Trump prende anche il Wisconsin. Davanti sui tutti dati nazionali, è in procinto di vincere. Iniziano i festeggiamenti all’Hilton dove sono i repubblicani e alla Trump Tower.

Ore 04:56 – Exit Poll: Trump avanti sui dati nazionali, conquista Florida, Ohio, Michigan, lascia Virginia ma avanza in tutti gli altri stati ancora da aggiudicare. California alla Clinton.

Ore 04:00 – Exit Poll: Trump avanti 148 elettori – Clinton 122 elettori. Virginia in bilico, Michigan e Nevada avanti Trump.

Ore 03:18 – Exit Poll: Trump avanti 128 elettori – Clinton 97 elettori. Repubblicani avanti in North Carolina e in Texas, West Virginia, Indiana, South Carolina, Kentucky e altri 9 stati. Democratici vincono in 7 stati più New York e D.C. Ohio,Virginia, Georgia, Pennsylvania e New Hampshire “too close to call”.

Ore 03:08 – Exit Poll: Testa a testa tra Trump al 50% dei voti totali e 84 elettori contro Clinton al 46% a 97 elettori.

Ore 02:34 – Exit Poll: Florida e Virginia avanti Trump, Ohio e Texas avanti Clinton. Congresso verso la conferma ai Repubblicani.

Ore 02:18 – Exit Poll: Florida al 48,5% per entrambi, Trump avanti in Pennsylvania.

Ore 02:00 – Exit Poll: Hillary Clinton avanti con 68 grandi elettori contro i 48 di Donald Trump. Pennsylvania, New Hampshire e Florida in bilico, “too close to call”.