Categorie

I più visti

Impianti idrici e consumo dell’acqua: è possibile ridurlo

L'Italia è uno dei Paesi a maggior consumo di acqua in assoluto. Questo dato è accresciuto da cattiva cultura e utilizzo scorretto della risorsa, con sprechi sempre più ampi, derivati anche da noncuranza e disattenzione.

Vi sono diverse cause che determinano il consumo dell’acqua, in maniera eccessiva.

Ecco alcuni esempi: Tra le cause principali di spreco acqua rientrano anche problematiche relative alle guarnizioni degli impianti idrici: perdite dovute a rubinetteria vecchia, gocciolamenti, tutto causa uno spreco di acqua considerevole, anche parecchi litri in breve tempo. Non solo, ma se si dispone, ad esempio, di un boiler, oltre al consumo eccessivo di acqua si dovrà far fronte a consumi energetici notevoli ed inutili.

Detersivi ed additivi sono anch’essi causa di spreco idrico: infatti, l’acqua che necessita per lo smaltimento ed il risciacquo di questi ultimi da apparecchi, utensili, materiali, etc., è maggiore rispetto ad un moderato utilizzo di questi liquidi per pulire e detergere. Basterebbe, in questo caso specifico, ridurre l’uso di detersivi ed additivi al livello necessario e minimo per far calare in maniera sensibile il consumo e lo spreco di acqua. Ma anche la scelta degli impianti influisce di gran lunga sul consumo di acqua: impianti come le caldaie ed elettrodomestici come lavatrici e lavastoviglie richiedono grandi quantità di acqua in rapporto alla loro qualità. Infatti, impianti ed elettrodomestici meno qualitativi ed efficienti richiedono un maggior sforzo e un maggior consumo di energia ed acqua.

E’ importante dunque la scelta dell’impianto da installare e dell’elettrodomestico da portare in casa. Diventa fondamentale l’utilizzo intelligente delle risorse come l’acqua: visto che questa alimenta parecchi impianti ed elettrodomestici e viene utilizzata in maniera quotidiana, dovrebbe richiamare la nostra attenzione un eccessivo consumo e lo spreco di tale risorsa.

Il tema della manutenzione delle caldaie è molto importante perché è strettamente legato al loro corretto funzionamento e al minor rischio di incorrere nei guasti più o meno gravi che possono incorrere nel caso in cui la caldaia a gas non venga periodicamente controllata. Per essere certi di una corretta manutenzione è importante seguire due semplici regole:

  1. scegliere personale esperto e qualificato riguardo ai servizi di assistenza caldaie.
  2. effettuare i controlli in base alla frequenza stabilita dalla legge italiana.

ECOGAS rivoluziona il mondo dell’assistenza tecnica a domicilio: un servizio web che affianca ad un moderno e pratico sito web provvisto di modulo per richiedere un preventivo gratuito in pochi minuti da parte di un tecnico.

L'azienda di assistenza caldaie raggiunge a domicilio tutti coloro che hanno bisogno di assistenza su caldaie, condizionatori, impianti idraulici ed elettrici. Il sito web descrive attentamente tutti i servizi erogati permettendo di individuare e contattare immediatamente i tecnici.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi