Monopattino elettrico: ecco cosa devi assolutamente sapere

Il monopattino elettrico ha conosciuto un’impennata di crescita nella prima metà del 2020: è un mezzo di trasporto che piace agli italiani, un po’ perché è anche giocoso e divertente, un po’ perché è più originale e inusuale della classica bicicletta o del motorino e un po’ sicuramente perché è sostenibile nei confronti dell’ambiente.

La prima cosa che devi sapere è che può essere guidato a partire dai quattordici anni di età: se ciò da un lato può rappresentare un vantaggio per i più giovani, dall’altro potrebbe essere anche uno svantaggio perché spesso e volentieri i giovanissimi sono tendenzialmente spericolati e più incoscienti del pericolo. Non è un caso, infatti, che ogni tanto si sentano o si leggano episodi di incidenti causati dai monopattini, o per la velocità o per la noncuranza delle norme e dell’educazione stradale, come il rispetto della precedenza.

La seconda cosa che devi sapere è che il casco è obbligatorio per i minorenni, anche se è ovviamente vivamente consigliato anche a tutti gli altri, proprio perché il monopattino non p un gioco, ma è un vero e proprio mezzo di trasporto. Come per la bici o lo scooter o la moto, sul monopattino si è molto più esposti con il corpo, rispetto ad esempio alla macchina dove c’è l’abitacolo: in caso di sinistro, soprattutto se grave, il casco può davvero salvare la vita o comunque limitare danni che altrimenti sarebbero potuti essere ingenti.

La terza cosa che devi sapere se vuoi usare il monopattino è che puoi girare solo su strada urbana, al massimo extraurbana se però c’è una pista ciclabile.

La quarta cosa che devi sapere è che il limite massimo consentito è di 25 kilometri all’ora, che diventa solo sei kilometri all’ora nelle aree pedonali, proprio per cercare di arginare al massimo qualsiasi problematica per le persone.

La quinta cosa che devi sapere è che i monopattini possono essere usati anche di notte o comunque quando c’è buio solo se sono dotati di luci, sia anteriore che posteriore.

La sesta cosa che devi sapere è che la batteria ha bisogno di qualche accorgimento per funzionare al meglio delle sue potenzialità: ti consigliamo sempre di leggere e seguire le istruzioni riportate sul libretto. Quindi: considera che una ricarica dura, in media, quattro o cinque ore; è meglio caricare il mezzo quando è a riposo, non quando hai appena terminato di utilizzarlo ed è ancora caldo; evita di caricare una batteria del tutto scarica: è preferibile caricarla quando non è completamente esaurita.

La settimana cosa che devi sapere è che se lo utilizzi su strade principalmente sconnesse, dovrai scegliere ruote più grandi e resistenti, mentre se lo utilizzerai soprattutto in città, andranno meglio ruote più piccole.

L’ottava cosa che devi sapere è che, per guidare il monopattino elettrico, devi rispettare le norme stradali, ad esempio: non puoi circolare insieme ad un’altra persona e sui marciapiedi; devi parcheggiare negli stalli prestabiliti.

Questi sono solo alcuni degli accorgimenti che devi sapere se vuoi guidare il monopattino, affinché tu sia in regola secondo le disposizioni di legge e sia consapevole che stai appunto guidando un mezzo di trasporto a tutti gli effetti.

Per maggiori info vai su www.monopattinoelettrico.eu

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi