Come fare un passaporto

Richiedere il passaporto rappresenta un'operazione fondamentale che occorre necessariamente effettuare qualora si debba viaggiare sia per motivi di svago che per quelli collegati all'ambito lavorativo.
Ecco come procedere per richiederlo senza riscontrare problematiche.

A chi rivolgersi per richiedere il passaporto

Il primo punto sul quale occorre fare chiarezza consiste semplicemente nel capire a chi deve essere richiesto il passaporto.
Questo documento può essere domandato alla Polizia di Stato, presso una delle caserme dei Carabinieri oppure presso l'ufficio che si occupa del rilascio di questo documento.
Tra tutte queste opzioni quella maggiormente semplice e gettonata è sicuramente quella che consiste nel recarsi presso il commissariato della Polizia.
Questo anche perché, sul portale ufficiale, si ha l'occasione di prenotare il giorno di presentazione della domanda.
Di conseguenza non si dovranno affrontare lunghe e interminabili file che spesso caratterizzano la suddetta operazione.
Grazie a questo modo di procedere, quindi, la richiesta del passaporto diventa molto meno complessa rispetto a quanto si possa immaginare in un primo momento, dettaglio chiave da tenere a mente.

Cosa occorre per richiedere il passaporto

Ovviamente bisogna anche conoscere quelli che sono i vari documenti necessari per poter poter richiedere questo documento aggiuntivo importante per poter viaggiare.
Per prima cosa occorre sapere che occorre consegnare il documento di identità e ovviamente, per evitare delle problematiche di ogni genere, è importante fare anche due fotocopie della carta d'identità e del codice fiscale, fronte e retro.
Altro elemento necessario per effettuare correttamente la richiesta consiste nel presentarsi con due fototessere adeguate per questo documento.
Quando si fanno nelle macchinette apposite è possibile selezionare il formato che viene suggerito appunto per tale tipologia di operazione.
Inoltre occorre effettuare il versamento di 42,50 euro al c.c. n. 67422808 intestato al Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro, con causale Importo per il rilascio del passaporto elettronico.
Infine occorre anche presentare la marca da bollo da 73,50 euro, la quale potrà essere facilmente reperita presso una delle tabaccheria della propria città.
A questo punto, con tutti gli elementi necessari per effettuare la domanda, occorre presentarsi presso l'ufficio selezionato e presso il quale si è preso l'appuntamento, in maniera tale che la procedura venga svolta.
Occorre considerare che tutti questi documenti vengono presi dall'addetto che svolgerà la procedura per il rilascio del passaporto in tempistiche varie.

Il ritiro del passaporto

Ora occorre necessariamente considerare quali siano le tempistiche per il ritiro del documento.
Si possono scegliere due strade differenti in questo caso: la prima di queste consiste nel lasciare il proprio recapito di telefono e attendere che sia l'addetto a contattare il richiedente.
Il ritiro deve avvenire il giorno indicato dallo stesso: generalmente viene fissato un appuntamento che permette di evitare le varie e lunghe file che spesso caratterizzano questo tipo di operazione.
Pertanto in questo modo, in circa una settimana, sarà possibile entrare in possesso del passaporto senza complicanze di ogni genere.
Qualora invece si opti per l'invio a casa, occorre specificare questa richiesta durante la consegna dei vari documenti.
In questa circostanza occorre prendere in considerazione che la procedura potrebbe richiedere qualche giorno aggiuntivo rispetto a quello del ritiro di persona.
Ecco quindi come richiedere il passaporto.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi