Come usare i reggiseni per confezionare mascherine casalinghe

In un momento in cui trovare le mascherine risulta ardua impresa, soluzioni di emergenza possono essere utili. Avere in casa un reggiseno, anche con l’elastico rotto, può costituire un’eccellente opportunità per creare una mascherina, da utilizzare quando si esce per andare a lavoro o per recarsi al supermercato a fare la spesa.

Vediamo come realizzare le tanto desiderate mascherine utilizzando un vecchio reggiseno in questo tutorial e seguendo tutti i passaggi descritti di seguito. E’ un’operazione piuttosto semplice, alla portata di tutti.

 

Cosa occorre per realizzare 2 mascherine fatte in casa?

 

1 reggiseno a balconcino con ferretti di taglia dalla terza in su. Il modello migliore, in quest’ottica, è quello che presenta l’imbottitura sottile. Fondamentale, poter disporre di un elastico sottile, di un paio di forbici, di una macchina per cucire, di un paio di pinze.

 

STEP 1: prendi il reggiseno e taglialo in due parti. Presta attenzione nel rimuovere la bretellina e la fascia laterale. Occhio solo a lasciarne qualche centimetro.

STEP 2: Utilizza un paio di forbici e pratica un piccolo foro sul bordo. L’intento è quello di estrarre il ferretto

STEP 3: A questo punto, piega la coppa in due parti, facendo combaciare le due estremità. Se rimane qualche centimetro in eccesso, utilizza le forbici e ed effettua un taglio preciso della stoffa in più.

STEP 4: Giunto a questo punto, serviti della macchina da cucire ed effettua un’impuntura a macchina lungo il bordo del lato che hai tagliato. In questo modo, avrai unito i tre strati. Lungo la linea esterna della coppa, la cucitura che andrai a realizzare sarà a zig zag. Presta solo attenzione a non chiudere il passaggio del ferretto, per il semplice motivo che dovrai inserirlo successivamente.

STEP 5: Come in precedenza, la stoffa in eccesso, a seguito della cucitura, va rimossa. Tagliala con le forbici.

STEP 6: Ora è il momento di utilizzare il ferretto che hai sfilato all’inizio e taglialo a metà con le pinze. Fai passare il ferretto per il buco, precedentemente realizzato, e fanne entrare metà. Sempre con la macchina da cucire, realizza due travette alle estremità. Ti serviranno a fermare il ferretto. Il segreto per un lavoro perfetto consiste nel far scorrere un po’ di tessuto e farlo arricciare appena appena.

STEP 6: Per realizzare la mascherina di recupero con il reggiseno, piega le due estremità ed effettua una cucitura per lato. Lascia però 1 centimetro di spazio, perché dovrai inserire l’elastico sottile.

STEP 7: Taglia due pezzi di elastico. La lunghezza ideale è 40 centimetri. Infilali nei bordi di due spillette, per tenerli fissi.

STEP 8: Alle due estremità, effettua un nodo nel punto giusto. Troverai quest’ultimo prendendo bene le misure sul tuo viso nel momento in cui aggancerai la mascherina alle orecchie. Lascia così scorrere l’elastico ed inseriscilo nel bordo.

 

Conclusioni

Ottenere una mascherina di recupero (in questo caso addirittura 2) con un reggiseno che invece avresti buttato, può essere assai utile per fronteggiare l’emergenza del Corona Virus. Basta davvero poco, vero?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi