Sbarca su Android il gioco per restare concentrati

Già dal 12 dicembre del 2020 è stata resa disponibile sui dispositivi basati su Android l'app Forest: rimani concentrato. Visto che al giorno d'oggi siamo sempre più incollati al cellulare o al tablet, questa app propone un sistema davvero geniale di gioco. Il punteggio infatti sale se non si interagisce con la app.

La versione Android, però, non è ancora all'altezza dell'originale e servirà un po' di tempo prima che possa prendere piede anche sui comuni smartphone.

 

Che cosa è questo gioco?

Si tratta un po' una provocazione, ma è anche un'idea pensata per chi non riesce più a concentrarsi a lavoro o durante lo studio. Lanciare una partita e continuare a non giocare per tutto il tempo necessario può aiutare moltissime persone a ritrovare la concentrazione e a riscoprire l'importanza dell'impegno, soprattutto quando si devono affrontare compiti che richiedono parecchio tempo continuativo.

Questa applicazione è stata per la prima volta introdotta per dispositivi iOS, cioè quelli della Apple, da sempre all'avanguardia per quanto riguarda il rapporto tra l'uomo e la macchina. In moltissimi attendevano un'implementazione anche per i dispositivi basati su Android che costituiscono una fetta davvero ciclopica del mercato dei dispositivi come smartphone e tablet, a tutt'ora in crescita nonostante qualche piccolo problema durante l'anno.

Purtroppo però questa applicazione rispetto alla versione originale presenta un problema non da poco e che dovrà essere ancora affrontato. Infatti non è tollerabile per un gioco, in cui sostanzialmente non accade quasi nulla, pesare ben 128 megabyte.

 

Si attendono le necessarie migliorie

Questo è completamente sproporzionato rispetto alla media dei download disponibili nell'App Store come riportato dalla piattaforma specializzata Giochi24 Notizie.

A quanto pare il problema deriva dal fatto che la sua riconversione da un sistema operativo all'altro è stata più complessa del previsto e molto probabilmente sono rimaste all'interno del codice parti che devono essere ancora aggiornate e tradotte completamente.

Si tratta di un problema che capita relativamente spesso nei sistemi in cui si deve far passare un programma da un una versione all'altra. Molto spesso una conseguenza dei costi iniziali di sviluppo che vengono poi risolti con il crescere dei download.

Purtroppo per gli sviluppatori questo peso non è passato in secondo piano, perché il numero di copie scaricate è decisamente basso, molto più rispetto a quello preventivato. Infatti gli utenti Android sono abituati a installare App davvero molto leggere e ottimizzate, soprattutto per via del fatto che la concorrenza nel settore è altissima.

Anche se non si può parlare di un vero e proprio flop, al momento ci sono ancora molti passaggi da effettuare per poter far raggiungere a questa App e livelli previsti su Android. Però sono già state annunciate nuove migliorie che fanno ben presagire sulla possibilità che entro poco tempo si possa iniziare a non giocarla sulla maggior parte degli smartphone con il giusto ingombro.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi