Vecchi mobili: come riciclarli

All’interno delle nostre case, molto spesso, ci imbattiamo in mobili che hanno visto passare molte generazioni, magari appartenevano ai nostri genitori o ai nostri nonni, addirittura a volte troviamo oggetti di secoli lontani dal nostro, mobili antichi che profumano di storia.

Purtroppo, però, altrettanto spesso ci accorgiamo che anche la loro salute è molto datata, sono tarlati, il loro colore originale è decisamente sbiadito o annerito, i pomelli o maniglie per l’apertura delle ante non fanno più il loro dovere, i piedi dove poggia la struttura portante sono molto affaticati, insomma ci sarebbe bisogno di un intervento urgente.

Qui sorge il punto interrogativo, soprattutto laddove, dovessimo avere la necessità di cambiare casa.

Le domande che compariranno nella nostra mente, molto probabilmente saranno:

  • Provo un restauro fai da te, con il rischio di rovinare tutto?
  • Oppure, chiamo un restauratore professionista, ma quanto mi costerà?
  • Terza opzione, lo vendo in queste condizioni?
  • Quarto, lo uso come legna da ardere?

Ovviamente tutto dipenderà dal valore sia economico che sentimentale del mobile stesso, se vale la pena oppure no investire tempo, energie e denaro per il restauro. Inoltre, altro pensiero da non sottovalutare è, in caso di trasloco, come fare?

Ad esempio, se siamo di una città d’Italia tipo Roma o Firenze, dove la possibilità di avere in casa mobili antichi e preziosi è piuttosto elevata rispetto alla media, dovrei affidarmi ad una ditta di Traslochi Firenze o di Roma, estremamente seria e professionale e che contempla nelle proprie caratteristiche l’esperienza come traslochi di beni preziosi e opere d’arte.

Una volta fatta l’analisi dei costi-benefici, dovremmo prendere una decisione, certo un altro passo che potremmo fare prima della scelta è quello di chiamare un restauratore in gamba della zona e farci fare un preventivo, così avremo il quadro completo e molto più chiaro in mente quale potrebbe essere l’opzione giusta da scegliere.

Non dimentichiamoci però una cosa fondamentale, in queste decisioni una parte importante la deve avere il nostro cuore, ci sono infatti oggetti o anche mobili che forse non hanno un grande valore commerciale, ma raccontano molta della nostra vita, della nostra famiglia, ci ricordano momenti indimenticabili della nostra infanzia o di nostri cari che non ci sono più, tutto questo non può essere sottovalutato o tolto di mezzo con un semplice conto economico, quindi la scelta non sarà semplice, ma se fatta con le giuste indicazioni è sicuro che non ci lascerà con l’amaro in bocca.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi