Giardia nel cane: cause, sintomi e cura

La giardia nel cane è una malattia che interessa l’apparato intestinale con gravi conseguenze.

La causa di questa patologia è un protozoo parassita denominato Giardia Lamblia, che ingerito sotto forma di ciste, favorisce la diffusione sistemica trasformandosi in larve mobili chiamate trofozoiti, capaci di aderire alla mucosa intestinale compromettendola.

Le cisti sono ovoidali e ne bastano 10 per provocare un’infezione che va a colonizzare l’intestino tenue e più raramente il crasso.

I trofozoidi derivano da una semplice mitosi dell’oociste, quindi in maniera asessuata.

L’infezione avviene attraverso l’ingestione di cibi e acque contaminate da cisti, presenti in pozze stagnanti, sorgenti contaminate da liquami, feci e quindi non potabili.

Questo tipo trasmissione si chiama oro-fecale e interessa situazioni igienico-sanitarie compromesse dell’ambiente di vita del cane.

La Giardia si riscontra spesso nei canili non sottoposti a trattamenti specifici, ma anche in allevamenti intensivi dove la pulizia è trascurata.

Molti sono i cuccioli che presentano tale patologia e in genere il 90% dei cani che vivono in casa è positivo alla Giardia ma su un individuo adulto questo non crea quasi mai problemi.

La Giardiasi può essere trasmessa al gatto ed anche all’uomo.

Sintomi della Giardia

Inizialmente il quadro clinico è aspecifico e può risultare asintomatico nelle forme più lievi e facilmente sopportabile dal cane.

Quando la malattia evolve, ecco le situazioni più ricorrenti:

  • Diarrea schiumosa intermittente, anche abbondante, con odore rancido.
  • Steatorrea: presenza di grasso nelle feci, mucose.
  • Dolori addominali.
  • Inappetenza.
  • Perdita di peso.
  • Astenia.
  • Crescita stentata del cucciolo.
  • Disidratazione nel caso la malattia diventi cronica.
  • Febbre (non comune).

Attraverso le feci le cisti vengono espulse in maniera discontinua e possono sopravvivere per settimane o mesi una volta liberate nell’ambiente.

Per combattere questa malattia il ruolo di una corretta alimentazione naturale nel cucciolo è fondamentale: infatti i più imporanti veterinari nutrizionisti consigliano sempre di passare a una alimentazione fresca, evitando cibo industriale estruso (crocchette).

Ne possono venire eliminate fino ad un milione per grammo di feci per diversi mesi.

Il rischio di contaminazione da parte di una altro cane è alto.

Giardia nel cane: diagnosi e terapia

Un attento esame delle feci tramite tampone rettale da parte del vostro medico veterinario è fondamentale per evidenziare la presenza del parassita intestinale. A volte è il caso di ripetere l’ analisi (falsi negativi), a causa della intermittente espulsione delle cisti.

La terapia si basa sull’utilizzo di antibiotici e vermifughi specifici, sia per la forma adulta che per le cisti.

Il parassita è difficile da debellare completamente.

Molto spesso il ciclo con antiparassitari viene ripetuto in quanto può succedere di eliminare le cisti ma non la forma adulta della Giardia.

Il passaggio ad una dieta sana a base di carne fresca, frutta e verdura crea il presupposto alla buona riuscita delle cure migliorando il microbioma intestionale.

Questo crea un ambiente intestinale ricco di batteri saprofiti e quindi non patologici, in grado di ottimizzare le capacità digestive e di assorbimento dei nutrienti.

Consigliamo di associare all’inizio e alla fine del trattamento antiparassitario il bagno del cane con shampoo specifici e se possibile togliere l’animale dall’ambiente infetto, magari tenendolo in casa oppure non facendogli frequentare giardinetti e zone dove si presume possa essere avvenuto il contagio.

Impedite al cane di mangiare le feci. L’iter educativo in tal senso è da prevedere fin da cucciolo.

Prevenzione della Giardia

Nonostante la Giardiasi non sia mortale è bene impedire al vostro cane  di avvicinarsi a fonti o zone contaminate e inquinate da feci di roditori, volpi e altri animali.

Test programmati con il vostro veterinario evitano che la malattia possa divenire cronica.

Tenete puliti gli ambienti domestici tramite vapore, acqua bollente e soluzioni disinfettanti a base di ammoniaca.

Per gli ambienti esterni alla casa consigliamo di rimuovere prontamente le feci e di rasare l’erba molto bassa, perchè la Giardia teme il caldo e il secco.

Acqua a disposizione sempre fresca con ciotola sempre pulita, la Giardia puà vivere nell'acqua per settimane.

Per maggiori informazioni sulla Giardia potete leggere questo articolo sulla giarda nel cucciolo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi